Come una ghianda

Amiamo i cartoni animati, non sono solo per bambini: quando abbiamo visto in “L’era glaciale” quel buffo essere simile ad una volpe rimanere incantato davanti ad una ghianda, ci siamo immedesimate in lui. Ha tutta l’aria di essere un carnivoro, che significato potrà dunque avere un’attrazione così forte per qualcosa che non è cibo? L’istinto non gli suggerisce di azzannarlo, di incorporarlo, ma solo di abbracciarlo. Nel nostro mondo affettivo la ghianda è il gomitolone, quello grande, compatto, sostanzioso, raro da trovarsi sullo scaffale degli avanzi di tessitura. Cristina ne ha comprato uno immenso, un filo marron cangiante, infinito. Continue Reading →