Anselmo

Asini

Gli asini sono sempre più rari sul territorio italiano, rimpiazzati da svariati macchinari agricoli; ci sono però tanti allevatori che non rinunciano alle più antiche tradizioni sostenendo che, per quanto inutili, i loro protetti sono pur sempre animali bellissimi. In montagna Elisa e Eleonora hanno avuto in dono Io-Io che nutrendosi dell’erba del prato è cresciuto sano e robusto. Le piccole lo vedono sempre col naso tuffato nel verde e quando si divertono a disegnarlo lo fanno con un muso enorme, sproporzionato, mentre una selva di gambe gli permette di reggersi senza cascare in avanti. Laura, senza abbandonare la sequela dei conigli, ha trovato avvincente riprodurre anche Io-Io usando tutte le stoffe che aveva e approfittando anche degli scampoli che Cristina aveva scelto dalla sua collezione, ricatalogati come ‘stoffe da asini’.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>