Colchico

Inizio autunno

A fine estate abbiamo il desiderio che l’autunno ci porti nel bosco i suoi doni, in quel continuo gioco di mutazioni che sorprende senza annoiane mai. Mentre per avere i crochi in primavera abbiamo dovuto interrare molti bulbi, con annate a volte avare di fiori, i colchici sono arrivati da soli, allietando il giallo delle stoppie, hanno steli corti e non temono il vento.

Quando cadono le foglie dagli alberi possiamo scoprire i nidi tra i rami nudi, li cerchiamo lì dove il pigolare ci avvisava della loro presenza. Avere piccoli ospiti richiede discrezione e per evitare di disturbare avevamo rinunciato a soddisfare la nostra curiosità. Non vedremo certo uccellini implumi, la natura lavora veloce e regala loro le ali prima che arrivi l’inverno, permettendo solo alle creature meglio attrezzate di sopravvivere.

Nido forse di cardellino

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>