Leblondi

Iniziando a parlare di un’attività che ci ha da sempre accompagnate, potremmo raccontare tante storie, tanti piccoli frammenti di esperienze incentrate sugli hobbies che hanno allietato, e continuano ad allietare, molti momenti liberi.

Ci piace però cominciare dalla nascita di Giulia: noi diventavamo mamma (Laura) e zia (Cristina). Vent’anni fa, ridando vita ai ricordi della nostra infanzia, abbiamo condiviso la gioia di giocare con la piccola ma abbiamo anche trovato un nuovo pretesto per ricominciare a giocare insieme.  Man mano che Giulia cresceva cambiavano i suoi gusti in fatto d’attività e passatempi, noi realizzavamo che come sorelle saremo state più o meno coetanee tutta la vita. Lei non trascorreva più con noi la gran parte del suo tempo e noi approfittavamo di ogni occasione per proporre l’una all’altra le nostre consuete fantasie e nuovi progetti.

Oggi una miriade di tovaglie, ricami, sciarpe, scialli e coperte testimoniano della nostra fedeltà e della nostra costanza. Giulia si è sempre tenuta vicina al nostro mondo: come ironica commentatrice, come ideale destinataria di sciarpe e calzetti, infine come erede universale tanto dei talenti quanto degli oggetti.