Merletti

Merletti calzetti

La paziente preferita di Cristina ha novantasette anni, il suo quotidiano è difficile e assorbe gran parte delle conversazioni. È raro che si abbia il tempo per fare due chiacchiere, quando è possibile si parla del passato, così lontano da essere diventato magico. Nina ha avuto il suo primo bambino nel ’39, quando il futuro era incerto e su quella nuova terribile guerra gravavano paure derivate dai racconti del 15-18.

Lei temeva per la sua creatura i gas nervini e, come tutte le mamme, sorvegliava il respiro tranquillo di quel neonato che oggi ha più di settant’anni. Per confezionare a ferri le scarpette disfava i pizzi di cotone. A ben pensare quei piedini in estate avrebbero potuto restare nudi, mentre d’inverno  ci voleva la lana. Nina sorride, le è ora evidente come quello sferruzzare fosse soprattutto un bel gioco che sfidava l’incertezza e la carestia.

Calzetti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>