Tea for one

Tovagliette da tè

Ne abbiamo circa una dozzina, il cotone è molto più morbido della tela nuova, il ricamo incornicia i quattro lati, mentre spesso un disegno centrale compone un cerchio, a volte complicato da morbide volute. Chi adesso si applica al punto croce si limita a quello, un tempo era uno tra tanti e nei motivi colorati difficilmente mancava il punto erba a definire gli steli dei fiori.

Ci meraviglia la precisione dei motivi delle applicazioni, un sottilissimo filo assicura foglie e fiori al fondo, osserviamo con attenzione il rovescio e rimaniamo incerte: possibile si tratti di lavoro a mano, così preciso, così minuzioso? Opera di lavoranti cinesi, come è oggi la maggior parte dei ricami? È senz’altro così se i fiori sono peonie, certo è che la tecnica di realizzazione ha un’uniformità e una precisione sorprendenti, non sembra essere nelle possibilità delle dilettanti. Come oggi, probabilmente anche un tempo le tovagliette venivano acquistate già ricamate, insieme ai fazzoletti da borsetta di pizzo che abbondano nei negozi di Venezia. Gli uni e gli altri sono articoli fuori moda, ma si vendono ancora bene nella nostra città, che ha appunto una deliziosa atmosfera d’altri tempi.

Tea for one

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>