Inizio autunno

A fine estate abbiamo il desiderio che l’autunno ci porti nel bosco i suoi doni, in quel continuo gioco di mutazioni che sorprende senza annoiane mai. Mentre per avere i crochi in primavera abbiamo dovuto interrare molti bulbi, con annate a volte avare di fiori, i colchici sono arrivati da soli, allietando il giallo delle stoppie, hanno steli corti e non temono il vento. Continue Reading →

Ricami e strappi

Una legge generale da accettare, volendo collezionare antichi pizzi e lini, è che più sontuosi sono i ricami, più grandi sono i buchi e gli strappi che richiedono complicati restauri, a volte del tutto impossibili. Le tele più preziose, invece di essere conservate come cimeli, venivano usate nella vita di tutti i giorni, abitudine che probabilmente denotava una larghezza di mezzi, mentre i corredi che restavano prudentemente nell’armadio erano destinati a venir tramandati alle future generazioni, a noi appunto, che dopo cent’anni ci impegniamo a trattarli con il massimo rispetto. Continue Reading →

Una vasca pulita

Sarebbe corretto dire che la vasca, un vecchio abbeveratoio, è sporca, così la avrebbero definita cinquant’anni fa quando l’acqua era limpida e le mucche vi intingevano il muso. A noi sembra bellissima e pulita, per il semplice motivo che non contiene oggetti di plastica: sacchetti, bicchieri o tappi, né vi galleggiano carte e cartacce macerate e il fondo non è disseminato da lattine, nemmeno da quelle rese quasi invisibili dalle incrostazioni di alghe. Continue Reading →

Canovacci

I canovacci bianchi hanno una lunga vita, alcuni di lino o di cotone morbidissimo andrebbero riservati ad i bicchieri di cristallo, per farli brillare senza più pallide goccioline di calcare. Tollerano la varechina, splendono al sole ed è un peccato strapazzarli come fossero stracci. Molti recano iniziali, che non sono le nostre, ma ci rendono consapevoli che non sono oggetti anonimi, hanno ciascuno una sua delicata tessitura. Noi preferiamo le lettere rosse, spiccano come piccoli fiori, tanti invece hanno cifre che non si fanno notare, non per questo ricamate con punti meno fitti o precisi. Continue Reading →