25 aprile

A Venezia il 25 aprile è la festa del boccolo: le fidanzate, le mogli, le mamme e persino le suocere, ricevono da fidanzati, mariti, figli e generi un bocciolo di rosa, rosso come l’amore. Da ragazzine noi, rispondendo all’appello di professoresse investite del ruolo di sergente maggiore dell’esercito della Giusta Causa, vendevamo i boccoli della Croce Rossa.

Se il tempo era bello ci sistemavamo su una panchina del lungo mare del Lido, aspettando le coppie in passeggiata romantica. Non avevamo un secchio con l’acqua e, causa della brezza marina e del caldo, le nostre rose cominciavano a dar segno di stanchezza, quindi noi le offrivamo presentandole a testa in giù. Chi le acquistava era tentato dal restituircele, ma poi il contrassegno della Croce Rossa aveva la meglio sul timore che una rosa mezza appassita non facesse un buon servizio all’amore.

Canovaccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.