Al Museo di Storia Naturale

Il Museo di Storia Naturale di Dublino ha un’aria di altri tempi, di quando non c’erano i film e i documentari ad illustrare ai bambini la vita degli animali. Se lo avessimo visitato da piccole saremmo uscite piangendo: sono animali veri, ma non sono vivi, nemmeno i pulcini e i cucciolotti così ben impagliati da suscitare una grande tenerezza. Ci saremmo consolate coccolando i nostri orsacchiotti, confezionati con finta pelliccia e quindi diventati docili senza che nessuno avesse dovuto ucciderli perché si offrissero al nostro sguardo senza scapparsene via, o morderci. Meglio vedere i prodigi della natura al cinema o in televisione, senza che nè noi nè loro si corra alcun rischio.

È impressionante invece sapere quante specie siano in via di estinzione, molto probabilmente anche il museo espone esemplari scomparsi, allora sacrificati con una certa noncuranza, oggi rimpianti come una parte del nostro mondo che non abbiamo saputo difendere. Oggi vediamo meravigliosi filmati sulla vita degli animali e ci viene il dubbio che i protagonisti siano creature realizzate al computer. La realtà virtuale permetterebbe quindi di scoprire un mondo così vicino alla realtà e nello stesso tempo così lontano dalla natura.

Galleria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.