Alla fiera

Mentre Laura sceglieva tra una gamma infinita di colori tenui i rotolini di tessuto da acquistare, Cristina andava soggetta a quella, che in mancanza di un termine più appropriato, potremmo definire crisi mistica: vedeva in quei cerchietti, in quelle spirali un miracolo di vita, l’insieme le sembrava una coltura cellulare o una piastra inseminata di batteri. Stava facendo un viaggio nell’infinitamente piccolo, come se stesse guardando negli oculari di un microscopio, per scoprire che in una goccia d’acqua possono nascondersi milioni di esserini che, impregnati di coloranti vitali, esibiscono tinte vivaci e allegre.

È stato uno dei rari momenti nei quali è riuscita a guardare le stoffe con un’attitudine contemplativa, allo stand successivo della fiera di Vicenza quello che osservava con interesse le suscitava fantasie molto più familiari: si vedeva già armata di forbici, ago e filo, consapevole che il cotone, filato e tessuto, non recava più in se il miracolo della vita, ma si offriva a noi come un dono della natura per la felicità di sarte e ricamatrici.

Rotolini rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.