Aspettando le arance

La bella zucca che avevamo acquistato nel negozio siciliano è finita tutta in pentola per diventare una vellutata dal sapore delicato. Abbiamo discusso sulla qualità delle zucche: la nostra aveva la buccia sottile e la polpa quasi morbida, metterla in pentola è stato un gioco da ragazze. Mamma Elda ha difeso il primato della ‘suca baruca‘, veneta e con una scorza assolutamente adatta ai freddi climi nordici, per ridurla a ‘tocheti‘ più che un coltello servirebbe una sega elettrica.

La zuppa è sparita comunque in un battibaleno, ma c’è rimasto negli occhi il suo colore che contrasta col grigio plumbeo del cielo d’autunno. Sarà forse per fare una sciarpa, sarà forse per un ricamo, ma quel bel arancio che dà sul senape entrerà senz’altro nei nostri lavori. Certo, se comporremo un pesciolino a punto erba ci sarà d’obbligo usare una tonalità squillante, così vivace che nemmeno l’azzurro dell’acqua ne potrebbe velare lo splendore.

Farfalle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.