Cattiva cucina

Per gli animalisti la Pasqua non è una ricorrenza felice: troppi agnellini finiscono in pentola. Il bello dell’urbanizzazione, del progresso, è che non dobbiamo rincorrere per il cortile gli animali che ci giungono in tavola. Pur non nascondendoci nulla della perfidia carnivora, dobbiamo comunque ammettere che le galline allevate in cortile hanno una gran bella vita rispetto a quelle che nascono in allevamento, dove si nega loro il sole, il rapporto con la natura. Laura, che coltiva i buoni sentimenti a 360°, è vegetariana, Cristina ama la sua bistecca e si attiene a tradizioni vecchie come il mondo. 

I bravi cuochi di una volta non si sottraevano alla necessità di macellare gli animali, il pollaio era contiguo alla cucina e il vero insulto alle povere creature che finivano in pentola era rappresentato dal cuocerle male, di non onorare il loro sacrificio, negando ai commensali la gioia di assaporarne tutta la bontà.

Coniglio con bastone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.