Colazione

Cristina e Laura in montagna riescono a realizzare un incanto che non ha equivalente altrove: per la loro tranquilla colazione, finalmente non interrotta da telefonate, preparano la tavola per benino, proprio come si deve. Antiche stoviglie, deliziosi briccheti per il latte, panieri, tazze e tazzine, compaiono sulla tavola senza ingombrare troppo e quando giungono caffettiere fumanti e fette di pane tostato, debitamente inserite in quelle griglie reperibili solo nel mondo anglosassone, i profumi rendono perfetto l’insieme. Nella vita di tutti i giorni la colazione avviene in maniera frettolosa e distratta e Laura ha deciso di abolire la dimensione del tempo dalle tavole più magiche che si possano immaginare. I suoi pic-nic di dimensioni lillipuzziane non contengono nulla di deperibile e anche le mele sfavillano della luce immortale dei cristalli. Guardare e non toccare è la regola che permette di non infrangere nessuna magia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.