Frutti preziosi

La siepe del nostro giardino questa primavera era una nuvola di fiori, così delicati da sparire dopo un violento acquazzone. Non ci meraviglia dunque se il raccolto è un pò scarso: tre piccole prugne, festeggiate come se permettessero di salvare la loro specie dall’estinzione. Laura si consolerà con i frutti del ribes, pianta piccoletta e protetta dal vento dai grandi cespugli di rose. Lei, nell’impossibilità di imbalsamarle, ha fotografato le tre prugne, a imperitura memoria dell’estate del 2016. 

Il pruno si è ripreso, il maltempo ha devastato alberi ben più grandi di lui, forse l’anno prossimo i frutti saranno quattro. Abbiamo ridimensionato le nostre speranze, quando abbiamo piantato l’esile pianticella coltivavamo la speranza di poter fare la marmellata, oggi ci consoliamo pensando che a colazione preferiamo di gran lunga l’amarascata, in assoluto la migliore delle confetture.

Pianta madre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.