Guanciali

Se dormire tra due guanciali assicurasse sogni d’oro, noi potremmo passare in tranquillità il resto dei nostri giorni: abbiamo acquistato al mercatino l’ennesimo paio di fodere con impeccabili orli a giorno e cifre ricamate. Chissà perché si chiama orlo a giorno, dal momento che è stato usato soprattutto per rifinire la biancheria da letto, probabilmente perché la finezza dell’esecuzione richiede occhi buoni e la luce del sole.

Noi non dedichiamo tempo a lavori così minuziosi e siamo grate a chi l’ha fatto per noi. Ci vuole la pazienza di mamme e nonne, e non è per zuccherosa retorica che dedichiamo qui gratitudine e affetto a chi, seppur inconsapevolmente, ci ha fatte eredi di beni così preziosi. Il destino non ci consegna solo oggetti, ma ci mette in relazione con persone sconosciute che invece di scrivere la loro storia, hanno affidato ogni ricordo a punti minuscoli e ben fatti. Manca all’orlo a giorno quell’originalità che potrebbe sostituire una firma, ma l’animo femminile ama restare nascosto, vivere tra i piccoli capolavori dell’arte domestica.

Guanciale piccolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.