Knitting e dintorni

Una filosofa dal bellissimo nome di Luce sostiene che gran parte dei guai dell’Occidente dipenda dal non aver saputo tener conto che l’umanità è composta da due generi, quando storicamente ha avuto peso solo il maschile. I sostantivi plurali: uomini, bambini, adulti, male quindi si presterebbero a rappresentare uomini e donne, bambini e bambine, adulti e adulte.

Oggi ci si chiede quanto il femminismo abbia saputo cambiare  la situazione, a volte sembra che gli svantaggi siano semplicemente cambiati, in assenza di un vero miglioramento. All’interno di questo discorso un’osservazione che ci fa sorridere è che molto spesso i club femminili incentrati sul patchwork, uncinetto e lavoro a maglia sono diventati dei luoghi di consapevole esclusione del genere maschile. Succederà che, come una volta le mogli giravano i bar alla ricerca di mariti ritardatari, saranno quest’ultimi a supplicare le loro compagne di fare ritorno al focolare abbandonando i ritrovi nei quali loro non vengono ammessi. Oggi ancora gli uomini (i maschi) non si rendono conto di quanto passatempi che a loro ricordano la soave dolcezza della nonna siano diventati il centro di aggregazioni femministe, non più agguerrite come un tempo, ma comunque parecchio incavolate.

Festa

What Others Are Saying

  1. Nadia Mar 27, 2013 at 11:30

    l’ho pubblicato nella pagina facebook Tempo Intrecciato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.