Paura

La nostra Giulia da piccola aveva paura di tutto. Quasi di tutto. Aveva paura degli animali ma avrebbe accarezzato doberman e mastini prendendo il loro ringhio per un bonario brontolio. Non aveva paura delle nonne, così nonna Nerina la prendeva dolcemente per mano e le faceva esplorare il proprio mondo.

Era riuscita a far superare con uno stratagemma la difficoltà di Giulia verso le galline dall’occhio piccolo e cattivo. Le aveva raccontato che di solito le galline hanno tre gambe, la piccola aveva riso alle lacrime e, così mostruose, con le loro tre zampette, le aveva trovate abbastanza simpatiche. In onore del vecchissimo cane della nonna, il cucciolo di Giulia si sarebbe chiamato Tobi. Abbracciare una gallina? Meglio di no. Ancor meno è bene dar confidenza alle oche.

Di Cristina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.