Pioggia

È stato un inverno caldo, poca neve sulle vette può essere il preludio ad una primavera con torrenti e fiumi troppo esili per irrigare la pianura. Il fine settimana scorso è stato caratterizzato dalla pioggia, una pioggia battente e continua che ha gonfiato d’acqua la terra, mentre mille rigagnoli nelle strade e nei campi confluivano tra loro, scorrendo rapidi.


La montagna sembrava immersa in un acquario, uno spesso vapore velava ogni cosa. Poi ha nevicato: una neve pesante  ha schiantato i nostri alberi, che sono rovinati a terra nel massimo disordine. Eppure amiamo anche questo e con pazienza libereremo il prato dall’intrico dei rami morti, consolandoci pensando all’abbondanza delle nostre riserve di legna.

Noccioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.