Provviste

Se vedete spuntare una piantina di noce dalle misteriose origini, dato che non c’è nessun pendio che possa aver allontanato il seme dalla pianta madre e nemmeno il vento e gli uccelli avrebbero potuto trovare la forza per accollarsi un simile trasposto, pensate ai nostri animaletti di campagna che diffondono con saggezza le piante per loro commestibili.

I topi, i ghiri e gli scoiattoli sono dei veri contadini, prima dell’inverno raccolgono le loro provviste per consumarle nei brevi risvegli nel periodo invernale. A volte si ha l’impressione di imbattersi nei resti di tavole imbandite: mucchietti di gusci rosicchiati dimenticati dalla topina massaia, troppo pigra per riordinare la casa.

Provviste alla finestra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.