Semi e lane

Abbiamo cominciato raccogliendo nei campi i semi delle aquilegie blu o violette, poi dai giardini di Mestre sono arrivate varietà coltivate bianche e rosa. A Funes il clima è ideale e i minuscoli grani neri e lucidi hanno trovato il terreno adatto a loro. Quest’anno abbiamo preparato piccole aiuole per ospitare i semi di salvie colorate, rosse e blu, dai giardini pubblici vengono anche pannocchiette che abbiamo raccolto senza sapere da quali fiori siano maturate, si vedrà.


I nostri vestiti trasportano semi di piante infestanti che viaggiano grazie a rostri o ad uncini, è un lavoraccio sfilare questi parassiti senza rovinare la trama dei tessuti, invece ci intenerisce sempre trovare piccoli semi nascosti nei filati delle lane grezze che oltre a portare sino a noi l’odore delle pecore, ci fanno dono di minuscole e ruvide pagliuzze dorate.

Lane nuove

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.