Sporco di fiori

Quando i bambini si mostrano diffidenti verso il cibo diciamo loro che fanno i capricci. Noi cuoche, esperte in sostanze commestibili, siamo convinte che una buona educazione passi anche per un’accettazione acritica di ciò che passa il convento. Se non siamo troppo assorbite dalla nostra mentalità adulta, riusciamo però a divertirci osservando le loro sorprendenti repulsioni.

Alessandro davanti a un piatto di patate arrosto al rosmarino pretendeva che la pietanza tornasse in cucina per ricomparire “senza peli”. Cesare ritiene che i suoi asinelli prediligano il fieno secco, mentre non gradirebbero affatto l’erba primaverile “sporca di fiori”.

HiHo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.