Tutti in campo!

Finalmente i bimbi possono giocare in campo senza paura del freddo, sono liberi da pesanti cappotti e vedendoli così a loro agio Laura e Cristina si ricordano di quando i maschietti portavano tutto l’inverno i calzoncini corti esibendo gambette livide e ginocchia sbucciate. Oggi i nostri piccoli sono disinvolti ed eleganti e non soffrono nemmeno del divieto di sporcarsi.

Il campo è un bello spazio aperto, però non ha erba e i piccioni non si lasciano acchiappare. Un passatempo allettante è disegnare con i gessetti che alla fin fine non danneggiano né i muri né la pavimentazione. L’unico rischio è che nascano dei talenti che nell’adolescenza troveranno congeniale alla propria creatività quelle micidiali bombolette spry che cambiano irrimediabilmente connotati alle facciate delle case. Si può sperare che i lavori in corso offrano sufficienti staccionate e recinzioni provvisorie per fare da supporto ad un’arte che misteriosamente ha invaso il mondo. Goffredo Parise, nel suo libro New York, l’ha salutata ai suoi inizi come molto promettente, molto meno entusiasti sono i proprietari che devono periodicamente ricorrere all’opera degli imbianchini.

Gessetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.