Ultima neve

Siamo tornate alla casetta di montagna in una giornata un po’ grigia, di un grigio luminoso dove ci sono ancora campi coperti di neve, del color della terra e delle stoppie bagnate nei punti esposti a sud. La nostra collina, ripida e coperta dal bosco, ha protetto la neve del prato, ben poca cosa ormai.

Ogni tegola del tetto ha un piccolo cappuccio bianco che gocciola ed è meraviglioso riposarsi con le spalle appoggiate al muro esterno: l’acqua giunge a rivoli nelle grondaie provocando uno sciacquio musicale e continuo, una musica allegra e primaverile. Il viburno è fiorito di un rosa deciso, non è una fioritura impalpabile come quella dei ciliegi, i boccioli e le corolle si stringono in mazzetti compatti, quasi a proteggersi da un freddo che di notte è ancora pungente.

Viburni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.