Voci nel bosco

Antichi bassorilievi, fibbie in argento forgiate dalle più diverse culture raffigurano animali in lotta, tigri e leoni che assaltano le loro prede. Appartengono al mondo maschile, all’epica del combattimento, del coraggio e della conquista. Nei ricami le donne lasciano pascolare tranquille pecore e leprotti, timidi ma fiduciosi. Se qualche macchia rovinerà il lino della tovaglietta, il candore dei tovaglioli, non testimonierà di incontri cruenti, ma di tranquilli pomeriggi tra signore che sorseggeranno il tè accompagnato da pasticcini al cioccolato.

Ci siamo sempre inoltrate nei boschi rispettandone i misteri, attente ai rumori, ai cinguettii, ai fruscii rivelatori di piccoli animali in fuga. Certo gli urogalli e i cervi dei nostri ricami non oseranno mai interrompere con le loro voci il nostro fitto chiacchiericcio, l’ago e il filo li hanno resi creature domestiche e silenziose.

Cervo a punto erba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.